Mitica Eclisse

mostra Il mio Magistretti

 

Ottocento chilometri mi separano dalla Fondazione Vico Magistretti… e quindi non sono ancora potuta andare alla mostra Il mio Magistretti!

Eppure ci tenevo davvero tanto a vedere la Vico-teca con le testimonianze di chi possiede ed ama un oggetto disegnato dal maestro.

Sono finalmente venuta in possesso di una foto che mostra il mio contributo e finalmente posso raccontarvi la storia che mi lega all’amata Eclisse, ma prima vorrei segnalarvi che le attività dell’associazione proseguono: sabato 16 marzo ci sarà un laboratorio creativo organizzato dalla fotografa Ilaria Turba aperto ad adulti e bambini e i materiali realizzati diventeranno anch’essi parte dell’installazione (che comunque continuerà per tutto il 2013).

Grazie a Rosanna, Margherita e Ilaria.

 

Adele Rotella_002

 

Sono una designer e per lavoro, ma anche per attitudine personale, studio gli oggetti, li interrogo, li critico e li amo.
Con Eclisse è andata così: conosciuta sui banchi dell’università ne ho subito apprezzato l’idea progettuale, le proporzioni perfette, la tecnologia semplice, l’estrema capacità di comunicare.
Poi è diventata mia grazie ad un regalo di mio padre che l’ha cercata e trovata su internet di seconda mano (o vintage se vogliamo essere poetici).

Gialla. Una piccola ammaccatura rompe la curva perfetta ed il filo ormai tende al beige ma è sempre bellissima.
Sebbene sia la versione senza rotellina non mi sono mai scottata le dita: infatti una lampadina a risparmio energetico ha sostituito quella ad incandescenza, ormai in pensione. Ah se Magistretti l’avesse saputo!

Il suo posto è sulla testiera del letto ed i suoi giochi di luce contribuiscono a rendere l’atmosfera più romantica.

A pensarci bene questa piccolina ha superato gli anta ma ha ancora futuro davanti a se.
Fonte di ispirazione per molti designers nel mio caso ha rappresentato l’impulso a dare inizio ad un progetto di illustrazioni.

Pochi sono gli oggetti che meritano di essere conservati perché pochi sono gli oggetti che raccontano una storia ed Eclisse resiste ai mutamenti senza perdere in stile. E cos’è lo stile se non la capacità di essere al di là del tempo?

Adoro gli oggetti vissuti e quelli che raccontano una storia ed Eclisse racconta anche la mia.

Adele Rotella

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Please solve captcha first
Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.