Costruire un prototipo in cartone di una sedia

La scorsa settimana abbiamo conosciuto Folco Orlandini (leggi qui), del team Orlandini design. Del loro studio avevamo apprezzato la commistione tra l’attività intellettuale e quella manuale, ovvero tra l’attività di progettazione e quella di verifica e sperimentazione dei progetti. Nel loro laboratorio (foto in alto) fervono sempre i preparativi di nuovi prototipi, atti a sviluppare un progetto da molteplici punti di vista (funzionale, estetico, produttivo), ed in effetti per loro non è difficile passare dal computer alla colla, dal modello tridimensionale al prototipo funzionale.   I software tridimensionali sono una... Read The Rest →

Senza dubbi

  Essere profondamente convinti di ciò che si fa ma soprattutto di ciò che si è è la chiave del successo. Share → Tweet

Fomentare l’apertura, di Stefano Caggiano

lampada Julia, design by Peter Jansen per MGX    Semplificazione e Riduzione. L’inattuabile. I sensibili o gli appassionati al tema ambientale la chiamano “sostenibilità”. I fashionisti che non riescono a decidersi sui look da creare seguono la regola del less is more. I designers si arrovellano per cercare la soluzione più semplice al problema. Le aziende, la più economica (anche le famiglie). Ridurre, togliere. Semplificare, facilitare. Richiedono sforzi immensi, tempo, ricerca. Eppure la soluzione al problema sarebbe semplice e di facile attuazione: legarsi le mani, mettersi l’anima in pace e... Read The Rest →

Imparare, ancora

Moscardino, design by Ragni e Iacchetti per Pandora design E’ con molto piacere che vi segnalo che le tutte le lezioni sulla storia del design che Renato De Fusco ha tenuto in novembre presso il Palazzo delle Arti di Napoli (ne avevamo parlato qui) sono ora pubblicati sul sito www.renatodefusco.wordpress.com, nonchè sul canale youtube della troupe che ha curato l’iniziativa, Amor Vacui, laboratorio di comunicazione per l’architettura sul web. Che siate studenti, designer più o meno affermati o semplici appassionati, non perdetevi la possibilità di imparare ancora dai grandi maestri della... Read The Rest →

Unità nella dualità, un’etimologia concettuale

Confluences, disegnato da Philippe Nigro per Ligne Roset Articolo a cura di Jole Paolantonio In un recente post Adele ha parlato della dualità luce-ombra; entrambe necessarie e sufficienti l’una all’altra perché l’uomo ne possa essere consapevole, rappresentando uno degli innumerevoli esempi del concetto di unità nella dualità. Sempre con Adele, quando ancora frequentavamo assieme l’università, è successo di affrontare questo tema andando però ad estrarre una sorta di “etimologia concettuale” dal mondo dei miti. La scoperta che facemmo fu davvero interessante ed originale e in questo post cercherò brevemente direstituirvela.... Read The Rest →

Newer Entries »