Tra moda e arte: Hussein Chalayan

collezione The Tangent Flows di Hussein Chalayan

Che non fosse uno stilista qualunque lo si doveva capire subito dalla tesi di laurea, intitolata The Tangent Flows: una collezione di abiti in seta precedentemente sepolti e dissotterrati e quindi indossati mostrando tutti gli effetti della decomposizione o, se vogliamo, dell’energia della natura.

Hussein Chalayan è una sorta di alchimista: nel suo atelier mescola la moda con l’arte, l’architettura, il design e le potenzialità offerte dalla natura quanto dalla tecnologia. Il suo lavoro è continuamente in bilico tra la ricerca, la sperimentazione e l’imprevedibile.

My attraction to fashion was very instinctive, and had to do with my excitement about anything to do with the body and the female form, which to me represents power and magic. It’s the ultimate symbol.

Gli abiti di Chalayan delineano un’esperienza lasciando, a chi li indossa, la possibilità di partecipare alla loro metamorfosi. Del resto la moda stessa muore con rapidità e insieme rinasce, si ricicla, si evolve.

I più famosi (e quelli che hanno colpito la mia attenzione) sono gli abiti/oggetti: una gonna/tavolino, l’abito/aereo, vestiti ricavati dalle fodere degli imbottiti.

Table skirt, Hussein Chalayan

Remote controll dress, Hussein Chalayan

Per dei pezzi così originali non mancano certo clienti adeguate (Bjork, Ladi Gaga) eppure la sua arte non ha avuto sempre fortuna. Cosiderato troppo avveniristico Chalayan ha passato momenti difficili ed ora desidera essere considerato maggiormente per il prêt-à-porter invece che per i suoi abiti scultura.

un abito della collezione 2012, Hussein Chalayan

Sul suo sito è possibile vedere l’ultima collezione e credo che il fil rouge sia rappresentato da linee rigorose, blocchi di colore e soprattutto tagli geometrici che mettono continuamente in relazione il dentro ed il fuori.

Attualmente lavora anche come direttore creativo di PUMA disegnando una propria linea eppure è difficile scindere in due il lavoro di questo artista/filosofo che continua a fare l’arte della moda.

Frame, Hussein Chalayan

 

Che cosa ne pensate di questi abiti/scultura? Se siete curiosi di questo genere di moda, contaminato dall’arte e dal design, seguite la board su pinterest dedicata!

 
Link: http://www.husseinchalayan.com

http://www.vogue.co.uk/spy/biographies/hussein-chalayan-biography

http://cultureofdesign.wordpress.com/2010/05/04/hussein-chalayan-by-paloma-h-canut/

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Please solve captcha first
Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.