Articolo sulla plastica per Naplestreetstyle

Ventilatore elettrico anni ’40, Officine elettromeccaniche Aghetto. Collezione Museo Plart

Non molto tempo fa ho avuto l’occasione, nonchè l’onore, di scrivere per Naplestreetstyle, di cui vi ho parlato in un precedente post. Ecco l’introduzione all’articolo:

La plastica e il design. La plastica e l’arte.
di Adele Rotella

Plasmabile, colorata, trasparente, gonfiabile, soffice, resistente, sono solo alcune delle caratteristiche del materiale più versatile di tutti i tempi: la plastica.

Il nome stesso è riduttivo per descrivere la famiglia di materiali le cui potenzialità sono dettate dalle esigenze del progettista e i cui limiti risiedono solo nelle attuali conoscenze chimiche e tecnologiche.
Economia, leggerezza, ripetività ed enormi potenzialità creative hanno portato alla produzione, dalla fine dell’800 ad oggi, ad una infinita varietà di oggetti d’uso comune o decorativi.
Dal punto di vista storico ed artistico studiare l’evoluzione della plastica e dei suoi prodotti vuol dire analizzare lo sviluppo e la crescita delle tecnologie industriali, indagare sull’evoluzione dei comportamenti sociali, capire le relazioni tra scenario, processo creativo ed esigenze tecniche. Continua a leggere su NSS Magazine

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *