Australian homes

KB-hallwayflowers

Adoro
la luce, gli ampi spazi, l’odore del legno, i materiali naturali, le cose fatte a mano, il non convenzionale, il curioso, i colori naturali, i colori della vita, gli ambienti che hanno personalità.

Se la pensate come me adorerete questi interni: http://thedesignfiles.net/australian-homes/.
Organizziamo un viaggio/studio in Australia?

Quando guardo queste case mi rendo conto della mia povertà. Non povertà economica ma di spazi vitali.
La maggior parte di noi “abita” in un mondo completamente diverso: case abusive, architetti abusivi, condomini a 20 appartamenti, affitti alle stelle, il posto auto è un miraggio, la vicina si fa i fatti tuoi, ecc.
Certo che l’Italia ha posti altrettanto meravigliosi (penso alla Toscana ed all’Umbria) ma il mio lavoro è qui e, sebbene adoro il mio appartamento (il mio “spazio vitale”) a volte mi sento come in apnea; poi mi basta guardare e sognare qualche casa australiana (o norvegese!) per prendere un pò di respiro.

E voi come vivete lo spazio che vi circonda? Quali differenze riscontrate con questi appartamenti ed i relativi modi di vivere?

Note:
Fantastico il sito The Design Files: consigliatissimo!

2 commenti

  1. Ciao Ade, sai, ci ho pensato spesso, da poco ho acquistato casa ed è il classico appartamento nel centro storico della città, per cui traffico, niente spazi verdi, niente parcheggio, poco cielo dalle finestre. Eppure mi piace anche questa atmosfera molto metropolitana (che poi vista Piacenza ha quell'aria un po' provinciale che, sarà l'età, ma mi piace sempre di più), mi piace sentire le auto sotto casa, la gente, le serrande dei negozi che chiudono la sera, le campane della chiesa la domenica. La natura, l'aria, un po' mi mancano (e il mareeee!!!) ma io mi sento molto urban style :-)Un mega bacio, Manu

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *