Tensione di forma

Wire Work dell’artista Benedetta Mori Ubaldini

 

Come una maglia: la allarghi, la tiri, la stendi, la stropicci.

Come un sottile foglio di metallo: è leggero, è plasmabile, è resistente, è riflettente.

Come non esserne affascinati? Some inspirations.

 

In principio fu Diamond chair. Bisogna sempre partire dai maestri.

Harry Bertoia per Knoll International

Image via this shop

 

Poi tanti altri esempi di maglia metallica (rete saldata) “progettata” per fare la differenza .

Reverb Wire Chair, design by Brodie Neill per The Apartment Gallery

Image via www.dezeen.com

 

Eppure la mia ricerca di oggi è partita dalla maglia metallica (maglia stirata) deformata “a mano”.

Paolo Ulian

Queste lampade decorative, disegnate da Paolo Ulian e usate per l’allestimento Europa del Salone Satellite 2010, mi piacciono molto: il loro fascino è tutto nella maglia metallica stirata in forme sempre diverse e che per questo trasmette l’idea  del casuale e del non finito. Prodotto industriale, risultato non seriale.

 

Lampada Meshmatics, di Rick Tegelaar

Ancora un esempio di deformazione: Rick ha sviluppato e realizzato la macchina e gli utensili che vedete nel video, per creare lampade con una certa accuratezza di forme (maglia stirata).

 

E poi ci sono gioielli, sculture e tanti altri esempi di lampade e sedie in rete (saldata o stirata) metallica: segui la Board dedicata su Pinterest!

Tutti questi ultimi esempi mi fanno venire voglia di provare con le mie mani: siete più per la forma precisa o per la scultura sempre diversa?

 

Link:

http://www.benedetta.info/

http://www.paoloulian.it/

http://www.harrybertoia.org/

http://www.brodieneill.com/

http://www.ricktegelaar.nl

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *