la Rotella shop

iusb_760x100.10801972_j957

Great News amici!

Finalmente posso annunciarvi di aver aperto un e-shop su Etsy!

Etsy è la piattaforma ideale per acquistare o vendere beni e servizi originali e rappresenta un trampolino di lancio per artisti, designers e creativi di tutti i settori nonchè il mercatino ideale per gli amanti del vintage e dell’handmade.

I primi oggetti che ho inserito nel mio fighissimo negozio (laRotellaShop) sono delle stampe di 3 illustrazioni originali dedicate ad altrettante icone del design, lampade che hanno reso famoso il Made in Italy all’estero.

Ho lavorato a questa collezione per diversi mesi cercando di rendere in due dimensioni un pò della loro storia, delle mani che le hanno disegnate e di quelle che le hanno realizzate, provando a trasmettere quella scintilla che ancora oggi incanta e resiste al tempo, alle mode ed alle persone.

 

Falkland

Falkland è stata disegnata nel 1962 da Bruno Munari per Danese.
La sua storia è legata a quella di una piccola azienda di collant, nella quale Munari si recò per chiedere di realizzare la maglia che ha reso famoso il corpo di questa lampada.
L’innovazione della forma deriva dall’utilizzo di anelli metallici “sospesi” a diverse altezze, unitamente alla gravità che gli conferisce una consistenza tridimensionale.
Falkland è un esempio perfetto di buon design (costo contenuto, facile da montare, confezione piccola e leggera) e di buoni valori.

 

Eclisse_ARotella

 Eclisse è la mia ossessione, ormai lo sapete.

E’ stata disegnata da Vico Magistretti nel 1967 per l’azienda Artemide.
Magistretti si ispirò alla semplicità formale delle lampade dei minatori e dei ladri (!) a cui aggiunse un gioco di sovrapposizioni ed una emozione: l’eclisse lunare.
Il meccanismo è noto a tutti, come è nota la vastità della sua produzione e la presenza nei nostri ricordi: discreta, allegra, leggera.
Grazie a questa lampada Magistretti vinse il Compasso d’oro nel 1967.

 

Acrilica_AdeleRotella_etsy

Acrilica venne disegnata da Joe Colombo e suo fratello Gianni in 1962 per l’azienda Oluce.
Con la sua presenza quasi spettrale Acrilica è “oggetto magico” (non se ne comprende subito il funzionamento) e insieme di avanguardia, premiato con la medaglia d’oro alla XIII Triennale di  Milano nel 1964.
Ecco spiegato il suo segreto: una lastra di metacrilato curvata, come una grande fibra ottica, è il mezzo attraverso il quale la luce si libera dalla sorgente posta nella base.
Ancora oggi Acrilica rimane sul filo sottile che divide arte e design.

 

Ma le sorprese non finiscono: presto alla collezione si aggiungerà una piccola selezione di accessori decorativi come oggetti in ceramica, legno, plastica, disegnati da me e realizzati da artigiani campani.

Certo non è sempre facile ed il tempo non è mai dalla mia ma ogni giorno afferro l’entusiasmo e cerco di concentrarmi. Scrivo, leggo, faccio ricerca, disegno, collaboro, litigo e cerco di stare dietro a tutti i progetti iniziati e mai finiti.

Ma questa volta è finito, quindi seguiranno gli altri!

Giusto? Cosa ne pensate?

 

p.s.  Alcuni di voi hanno ricevuto una Newsletter, thanks to Mailchimp! Se invece non l’avete ricevuta potete iscrivervi, scrivendo la vostra email nel tool sulla colonna a destra. Grazie!

2 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *